Il bullismo è un comportamento abusivo di persone con potere reale o percepito nei confronti di persone con meno potere. Il bullismo può essere ovvio o sottile, e può verificarsi sia nell’infanzia che nell’età adulta. Il bullismo può avere effetti a lungo termine, ma può anche avere risultati immediati, a breve termine e visibili. Gli effetti del bullismo sono spesso psicologici e comportamentali, ma possono anche essere fisici.

Questioni psicologiche

Le vittime del bullismo mostrano spesso una serie di problemi psicologici, soprattutto depressione e ansia. Le ragazze possono anche sviluppare disturbi alimentari dopo o durante il bullismo. Inoltre, i bambini vittimisti di entrambi i sessi possono sviluppare problemi psicosomatici, cioè disturbi fisici che non hanno una causa fisica. Ad esempio, le vittime soffrono spesso di mal di testa o di mal di stomaco, soprattutto prima dell’inizio della giornata scolastica.

Il legame tra il bullismo e i disturbi alimentari

Problemi di sonno

Le vittime del tiranno hanno spesso diversi problemi di sonno. Possono avere difficoltà ad addormentarsi, a rimanere addormentati e/o a ottenere il necessario riposo in una determinata notte. Se le vittime possono dormire, hanno più probabilità di avere incubi rispetto ai loro coetanei non feriti. Questi incubi sono di solito vividi e minacciosi e possono o meno coinvolgere il tiranno.

Le vittime possono diventare suicide

Purtroppo, le vittime del bullismo hanno tassi di suicidio più elevati rispetto ai loro coetanei. Questo significa che pensano al suicidio molto più spesso di altri della loro età. Come molti casi di alto profilo chiariscono, un certo numero di vittime fanno valere questi pensieri suicidi.

Indagare sul legame tra il bullismo e il suicidio

Problemi con i colleghi

I bambini feriti soffrono anche di uno status sociale inferiore rispetto ai bambini non feriti. L’esclusione sociale può aver portato un bambino a diventare una vittima in primo luogo, ma sembra che il rifiuto dei pari diventi ancora peggiore dopo che una persona è stata vittimizzata. Di conseguenza, le vittime si sentono spesso sole e abbandonate e soffrono di scarsa autostima. 

Problemi a scuola

Le vittime del tiranno tendono ad avere problemi di rendimento scolastico. Ciò è dovuto principalmente alla frequente assenza delle vittime. Infatti, circa il 7% degli americani di terza media afferma di stare a casa almeno una volta al mese per evitare di essere vittima di bullismo. Quando le vittime frequentano la scuola, tendono ad evitare alcune parti della scuola, come i servizi igienici. Le vittime del bullismo possono avere paura tutto il giorno a scuola, il che rende l’apprendimento difficile se non impossibile.

Individuare e fermare il bullismo

I bambini con bisogni speciali, differenze fisiche e comportamentali sono spesso a rischio di essere vittime di bullismo. Tuttavia, non sono a rischio unico. Anche i bambini benvoluti possono essere vittime di bullismo in determinate circostanze. Se il vostro bambino ha uno dei sintomi sopra elencati e non ci sono problemi di salute o di ansia che potrebbero spiegare meglio questi sintomi, è consigliabile indagare su di essi.

  1. Cominciate a parlare con vostro figlio. Potrebbe essere disposto a condividere le esperienze di bullismo se gli viene chiesto in un ambiente sicuro e non giudicante.
  2. Discutere l’argomento con gli insegnanti, i formatori, ecc. di tuo figlio. Se il vostro bambino è preoccupato per la sua privacy, assicuratevi di scegliere un ambiente non pubblico, non scolastico, per le vostre discussioni.
  3. Se il bullismo è evidente, fisicamente aggressivo o persistente, ci sono buone probabilità che gli insegnanti di vostro figlio siano ben consapevoli del problema. C’è anche una buona probabilità che vostro figlio non sia l’unica vittima. In tal caso, può essere possibile adottare misure disciplinari per porre fine al comportamento di bullismo.
  4. Se il bullismo è sottile o se il vostro bambino è insolitamente sensibile a comportamenti “stuzzicanti”, potrebbe essere necessario richiedere una sistemazione speciale per il vostro bambino. Le opzioni possono andare dal cambio di posto in una determinata classe al cambio di classe o, in circostanze estreme, anche al cambio di scuola.
  5. Se il vostro bambino continua a soffrire di ansia e di altri sintomi dopo il trattamento del bullismo, può beneficiare della terapia cognitiva.
Do you like Kianao's articles? Follow on social!