Senza dubbio, la domanda più frequente che i genitori prematuri si pongono ogni giorno in ogni TIN è: “Quando torna a casa il mio bambino? Questa è una pietra miliare importante che tutti i genitori desiderano, sognano e sono ossessionati, e a ragione.

Ma quando finalmente arriva il grande giorno, quando le settimane o i mesi di attesa giungono al termine ed è il momento di portare a casa il loro dolce fagottino di gioia, molti genitori si sentono completamente spaventati. Anche se non sopporti di lasciare il tuo bambino e non vedi l’ora di portarlo a casa, è facile sentirsi impreparati quando arriva il giorno.

La TINU è un luogo travolgente. I genitori hanno un ruolo molto innaturale e stanno in disparte mentre infermieri e medici si prendono cura dei loro bambini. Sapere di avere la piena responsabilità del proprio bambino a casa può essere spaventoso.

Se si sfrutta al meglio il tempo trascorso in UTIN, il passaggio alla convivenza a casa può essere meno scoraggiante. Bisogna essere preparati in tre modi: Dovete preparare la vostra casa, prepararvi e preparare il vostro team di supporto.

Preparate la vostra casa per il vostro bambino prematuro

Preparare il ritorno del vostro bambino prematuro è simile alla preparazione del ritorno di qualsiasi bambino, anche se ci sono alcune considerazioni importanti da considerare. Queste cose vi aiuteranno a garantire che il vostro bambino prematuro sia sicuro e confortevole.

Nozioni di base

Queste sono le cose che ogni bambino dovrebbe avere a casa. Il tuo prematuro non è diverso. Assicurati solo che siano della giusta misura.

  • Pannolini e salviettine: Sarete abituati agli articoli usa e getta dell’ospedale, e può essere difficile trovare pannolini di stoffa abbastanza piccoli per i bambini prematuri.
  • Bottiglie: Se non allattate esclusivamente al seno, avete bisogno di bottiglie a sufficienza per affrontare la giornata a casa. Anche la maggior parte dei genitori che allattano al seno si diverte ad avere un partner o una fidanzata che allatta il bambino di tanto in tanto, e la maggior parte dei bambini prematuri usa una combinazione di seno e biberon, almeno all’inizio. Chiedete al personale infermieristico dell’UTIN quali tipi di biberon e tettarelle il vostro bambino potrebbe utilizzare.
  • Abbigliamento che si adatta: La maggior parte dei bambini prematuri crescono in fretta, quindi non c’è bisogno di molti vestiti della taglia del prematuro. Il vostro bambino sarà presto in taglia neonatale.
  • Avvolgere coperte e/o sacchi a pelo: vorrete esercitarvi con loro a casa prima del primo giorno, quindi chiedete se potete portarli al reparto di terapia intensiva neonatale prima della dimissione. Questo vi aiuterà a sentirvi a vostro agio nell’usarli e aiuterà il vostro bambino ad abituarsi in anticipo.
  • Dormire da qualche parte: c’è una controversia su dove il vostro bambino dovrebbe dormire, ma queste linee guida dell’American Academy of Pediatrics sono un buon punto di partenza. Parlate con il vostro team di infermieri della TINU per sapere se il vostro preemio ha bisogno o meno di un letto speciale.
  • La formula: Acquista la formula solo se i tuoi medici te la consigliano. Aspetta fino a poco prima di andare a casa per comprarne un po’, così saprai esattamente quale formula sta usando il tuo bambino.
  • Termometro per bambini: Assicuratevi che sia adatto ai neonati. Molti dei più recenti termometri digitali sono progettati per bambini e neonati più grandi.
  • Vasca da bagno: Va benissimo fare il bagno al bambino in qualsiasi piscina sicura, ma i genitori tendono a preferire una vasca da bagno studiata appositamente per i neonati. Se avete intenzione di usare un bagno di questo tipo, dovreste sceglierne uno prima di tornare a casa.
  • Aspiratori nasali: le iniezioni di cipolla funzionano bene, ma i genitori che hanno usato l’aspiratore nasale di Frida giurano su di loro. Qualunque cosa decidiate, volete essere sicuri di avere qualcosa a portata di mano per tenere libero il naso del vostro piccolo.
  • Disinfettante per le mani: ogni visitatore dovrebbe avere un modo semplice e veloce per tenere lontano i germi dal proprio piccolo. Si potrebbe anche prendere in considerazione l’uso di maschere facciali.
  • Siringa per farmaci: se il vostro preemio sta assumendo farmaci, avrete bisogno dell’attrezzatura con cui vengono somministrati i farmaci, ad esempio un manichino per farmaci o una siringa. Chiedete al vostro team di terapia intensiva neonatale per avere delle raccomandazioni.

Extra

Queste sono le necessità. Potreste scoprire che avete bisogno o volete alcune cose aggiuntive che vi aiuteranno a prendervi cura del vostro bambino a casa:

  • Baby monitor: la maggior parte dei genitori ama poter vedere e sentire i propri figli (prematuri o meno) quando si trovano in stanze separate. Questi si differenziano dai dispositivi di monitoraggio medico a domicilio, che vengono portati solo su prescrizione medica. I baby monitor per uso domestico possono offrire ai genitori molta tranquillità.
  • Muovi il bambino: Alcuni bambini si sono abituati a certe altalene alla TIN, quindi potreste voler comprare qualcosa di simile. Verificate con l’équipe di infermieri di TIN per vedere quali altalene sono sicure per il vostro bambino (ad esempio, il vostro bambino potrebbe essere troppo piccolo per alcune altalene).
  • Imbragatura, avvolgimento o camicia pelle a pelle: anche se il vostro bambino è più grande ora, ci sono ancora vantaggi a passare il tempo pelle a pelle. Avvolgimenti, imbragature e camicie progettate per questo scopo sono modi meravigliosi per continuare la pratica a casa. Il modo migliore per fare la transizione è iniziare con il pannolino o la maglietta che ti piace mentre il tuo bambino è ancora in terapia intensiva neonatale, in modo che lo conosca bene.
  • Reggiseno a pompa a mani libere: il pompaggio è una realtà per la maggior parte delle madri premature, e questi reggiseni sono dei salvagenti. E non dimenticate i sacchetti per la conservazione del latte – non avrete più omaggi dalla TIN.
  • Telefono cellulare per bambiniQuesto è un altro punto da avere presto perché potete suonare i suoni mentre il vostro bambino è ancora in terapia intensiva neonatale e poi gli stessi suoni saranno tranquilli e familiari al vostro bambino quando sarete a casa insieme.

Preparatevi a portare il bambino a casa

Una volta che avete tutto ciò di cui avete bisogno – un posto sicuro per dormire per il vostro bambino e le provviste di cui avete bisogno per i primi giorni o settimane – siete pronti a concentrare la vostra attenzione sulla preparazione.

I genitori di neonati sani e a tempo pieno imparano a prendersi cura del bambino passando del tempo con gli amici che stanno per partorire o frequentando le lezioni e leggendo libri. Ma non hanno il loro bambino con cui esercitarsi. Non hanno idea di cosa piacerà o non piacerà al loro bambino. I genitori prematuri hanno la possibilità di conoscere il loro bambino prima di portarlo a casa.

Il modo migliore per essere pronti per il vostro bambino a casa è quello di passare un po’ di tempo a prendersi cura del vostro bambino mentre è ancora in terapia intensiva neonatale.

Molti genitori non imparano abbastanza sul loro bambino quando è ancora in terapia intensiva neonatale. Forse il personale della TIN sta tenendo i genitori a distanza, o forse i genitori pensano che le infermiere e gli assistenti siano più bravi a fornire assistenza. Forse è semplicemente impossibile passare molto tempo in TIN quando si hanno altri bambini a casa.

Tenere in braccio il vostro bambino è fantastico, ma ci sono molti modi per conoscere il vostro bambino ancora meglio. Quando tornerete a casa, vi sentirete sicuri e responsabili. Imparate prima che il vostro bambino venga dimesso:

  • Come cambiare il pannolino del vostro bambino: Fate sapere alle infermiere che volete cambiare il maggior numero possibile di pannolini. Sarai un’esperta in poco tempo e avrai una cosa in meno da sottolineare quando porterai il tuo bambino a casa.
  • Come nutrite il vostro bambino: Per alcuni bambini prematuri è molto difficile ottenere il latte di cui hanno bisogno in modo sicuro ed efficiente. Nel reparto di terapia intensiva neonatale, esercitatevi con i diversi tipi di alimentazione che utilizzerete – seno, biberon, siringa, sistema di allattamento complementare, ecc. Ottenere tutto l’aiuto possibile. Consultate una consulente per l’allattamento al seno se state allattando, o un terapista occupazionale o un logopedista se il vostro bambino ha regimi alimentari complicati. E pratica, pratica, pratica, pratica.
  • Come preparare il latte materno o il latte arricchito per il vostro bambino: Molti bambini prematuri hanno bisogno di calorie extra nella loro dieta, sia attraverso la formula speciale del latte o integratori. Chiedete di aiutarvi nella somministrazione precoce del latte per l’infanzia, in modo da poter familiarizzare con il processo.
  • Come prendere la temperatura del bambinoDevi sapere cosa è normale per il tuo bambino.
  • Come fare il bagno al tuo bambino: Chiedete alle vostre infermiere di risparmiarvi il tempo di bagno, in modo da poter ottenere lo studio di cui avete bisogno. Siate pronti a provare diversi modi di fare il bagno per vedere cosa si adatta meglio a voi e al vostro bambino.
  • Come si avvolge il bambino: Le infermiere hanno stili diversi, quindi cercate di imparare da molte persone diverse. Anche in questo caso, l’unico modo per diventare bravi è esercitarsi.
  • Come somministrare i farmaci: se il vostro bambino ha bisogno di farmaci, come le multivitamine o i farmaci per il reflusso, fatevi mostrare dalle infermiere alcuni modi diversi per somministrarli al vostro bambino e poi praticateli voi stessi.
  • Come calmare il tuo bambino: Può essere difficile per le altre persone dirti cosa piace al tuo bambino quando si arrabbiano. Ma le infermiere di TINU hanno molta esperienza nel calmare i bambini. Accogliere i suggerimenti e utilizzarli secondo le necessità.
  • Come massaggiare il vostro bambino: Se avete la fortuna di avere qualcuno del personale ospedaliero che vi insegni a massaggiare il vostro bambino prematuro, allora fatelo!
  • Come utilizzare attrezzature speciali: Alcuni bambini torneranno a casa con attrezzature speciali come ossigeno e tubi per l’alimentazione. Iniziate ad esercitarvi con loro il prima possibile. Ci sarà confusione e confusione con qualsiasi tipo di elettrodomestico, ed è meglio lavorarci mentre il personale della NICU è ancora lì ad aiutare.
  • Come eseguire la rianimazione cardiopolmonare infantile: Per fortuna, la maggior parte dei genitori non avrà mai bisogno di eseguire la RCP, ma è bello sapere che si sa cosa fare in caso di emergenza. Se la formazione alla RCP non è disponibile nel vostro ospedale, chiedete dove potete seguire un corso.

Alcuni ospedali consentono l’alloggio in camere, cioè quando i genitori rimangono in ospedale per la notte o per diversi giorni e praticano la cura indipendente del loro bambino mentre sono ancora in sicurezza nell’ambiente ospedaliero. Utilizzare questa opzione se è disponibile.

Preparate il vostro team di supporto per l’aiuto

Il sostegno sarà diverso per ogni famiglia, ma è fondamentale. La vostra squadra può essere solo voi e il vostro coniuge. Oppure la vostra squadra può includere nonni, amici, una congregazione della chiesa, un gruppo di sostegno formale o informale, zie, zii e altro ancora. Aiutarvi, aiutarvi:

  • Scoprite chi è il vostro team di supporto. Avrete abbastanza sostegno, o avrebbe senso chiedere aiuto a un amico o a un parente? Se è così, fatelo ora e non più tardi, quando potreste essere troppo stanchi o sopraffatti per farlo.
  • Pensate a quello che vi serve. Volete che qualcuno vi dia una pausa una volta al giorno per fare una passeggiata o una doccia? Volete un aiuto per il bucato o per i pasti? Volete qualcuno con cui parlare o che vi dia pace e tranquillità per un pisolino? Di solito gli amici e i familiari vogliono aiutare, ma spesso non sanno cosa fare, quindi è importante dire loro ciò di cui si ha bisogno.
  • Considerate un gruppo di supporto. Un parto prematuro e un bambino in terapia intensiva neonatale sono eventi di vita spaventosi. Quando portate il vostro bambino a casa, può sembrare che stiate entrando nella “normale” infanzia, ma i genitori di bambini a tempo pieno non apprezzeranno il mondo stressante in cui avete vissuto. Considerate la possibilità di entrare in contatto con altre madri e padri prematuri. Le ricerche dimostrano che questo è incredibilmente utile. 
  • Scegliete un pediatra con cura. Se non avete ancora scelto un pediatra, cercatene uno che abbia esperienza con i neonati prematuri. Chiedete di incontrare potenziali medici e di parlare con loro della loro esperienza con i bambini prematuri. Il vostro pediatra sarà una parte importante del vostro team di assistenza, quindi volete qualcuno di cui vi potete fidare e a cui potete rivolgervi.
  • Scoprite quali specialisti incontrerete. Probabilmente vedrete specialisti come fisioterapisti, logopedisti, consulenti per l’allattamento e altro ancora dopo aver portato a casa il vostro preemio. Essi svolgeranno anche un ruolo importante nel vostro team di assistenza.
  • Date alla vostra famiglia un’idea chiara di come saranno le visite. Gli amici e la famiglia non vedono l’ora di conoscere finalmente il vostro piccolo. Ma se hai bisogno di tempo per fare amicizia e non vuoi visite per un mese, va bene. Quando sarete pronti per i visitatori, avranno bisogno della vostra guida su come essere grandi sostenitori. Prima di tutto, non si possono certo avere visitatori malati.

Le 4 domande più frequenti sui visitatori del vostro preemio

Una parola da kianao

Questa lista vi aiuterà a sentirvi un po’ più preparati quando arriverà il giorno gioioso e potrete portare a casa con voi il vostro preemio. Niente dissiperà la paura che probabilmente proverai, ma essere preparati è un buon inizio. Puoi farcela.

Do you like Kianao's articles? Follow on social!