Mentre alcuni genitori intendono diventare genitori adottivi, altre famiglie in qualche modo rientrano nel ruolo quando un parente non può più vivere con i propri genitori biologici.

L’educazione dei bambini nelle famiglie affidatarie è molto simile all’educazione dei bambini biologici. I bambini nelle famiglie affidatarie hanno bisogno di struttura, disciplina, amore e guida come qualsiasi altro bambino. Hanno anche attività, amici e compiti dopo la scuola.

Tuttavia, l’educazione dei bambini nelle famiglie affidatarie pone alcune sfide particolari. Ed è importante che i genitori affidatari comprendano le sfide che possono affrontare, in modo da essere in grado di aiutare i bambini in affidamento a svilupparsi.

Procedura di approvazione

I genitori affidatari devono affrontare un’ampia procedura di approvazione. La procedura varia da stato a stato, ma nella maggior parte dei casi i genitori affidatari devono frequentare le lezioni, studiare in una casa e assicurarsi che la loro casa soddisfi gli standard di ammissione.

Il processo di studio a casa può includere ampie interviste su tutto, dalla situazione finanziaria della famiglia affidataria all’educazione dei genitori affidatari. Questo processo è progettato per garantire che i genitori affidatari siano stabili in termini di salute, finanze e relazioni, in modo da poter offrire una casa sicura.

I controlli di base fanno probabilmente parte dei requisiti. I genitori affidatari possono anche avere bisogno di fornire referenze da persone che possano testimoniare di essere in grado di fornire una casa stabile e amorevole per un bambino.

L’ispezione della casa è un’altra parte importante del processo. Le case devono soddisfare determinati standard di sicurezza. A seconda dello stato, un ispettore dei vigili del fuoco può anche condurre un’ispezione.

Se una casa non soddisfa i requisiti specifici, può essere necessario effettuare delle riparazioni. Finestre più grandi o la sostituzione delle ringhiere per soddisfare gli standard minimi può essere piuttosto costosa.

Incertezza

Per la maggior parte delle famiglie affidatarie è difficile pianificare troppo lontano nel futuro, perché c’è molta incertezza sulla situazione di vita di un bambino.

Circa il 51% dei bambini in famiglie affidatarie alla fine si ricongiunge con i propri affidatari. Ma spesso ci vogliono molti mesi o addirittura anni prima che i bambini si riuniscano. E le famiglie affidatarie spesso sentono di essere in una situazione di detenzione mentre aspettano di vedere se i giudici e gli avvocati pensano che sia nell’interesse del bambino ricongiungersi con le loro famiglie biologiche.

Altri bambini possono essere affidati a parenti, dati in adozione, trasferiti in case famiglia o inseriti in famiglie affidatarie. A volte le famiglie sono molto informate su ciò che accadrà in futuro. Altre volte si ha la sensazione che un movimento avvenga all’improvviso.

Durante tutto il processo ci sono spesso molte udienze in tribunale, incontri e cambiamenti di programma. Questo può essere stressante per tutti in famiglia.

I genitori affidatari si trovano spesso in una situazione difficile – fanno progetti per il futuro che includono un bambino in affidamento?

Inoltre, di solito devono rispondere a domande difficili come: “Quando potrò tornare a vivere con mia madre?” o “Sarò adottato?

9 cose da considerare prima di diventare genitore affidatario

Visite da famiglie di nascita

I bambini delle famiglie affidatarie che possono essere ricongiunti alle loro famiglie biologiche possono ricevere visite dai genitori o dai fratelli.

Le visite possono avvenire in un luogo neutrale e sorvegliato, dove un professionista supervisiona l’interazione. Oppure possono avere luogo nella casa delle famiglie della nascita (questo è spesso il caso quando sembra che il ricongiungimento abbia luogo).

Il programma delle visite può sconvolgere la routine della famiglia affidataria. Le visite alle famiglie di nascita possono durare diverse ore e si svolgono più volte alla settimana. Oppure possono includere visite più lunghe nel fine settimana.

Alcune famiglie affidatarie hanno difficoltà a ricevere visite irregolari. Ad esempio, un genitore biologico che ha una malattia mentale o una dipendenza può non partecipare alle visite programmate. Oppure possono venire solo per essere rimandati a casa perché le loro condizioni emotive o fisiche non sono sufficienti per la visita.

I genitori affidatari possono dover affrontare le conseguenze di un improvviso annullamento delle visite o se le visite non vanno molto bene.

Potrebbero anche dover aiutare i bambini ad affrontare l’emozionante corsa sulle montagne russe che vivono quando le visite vanno bene. Può essere molto difficile dire addio ai genitori biologici fino alla prossima visita.

I genitori affidatari possono essere responsabili del trasporto dei bambini alle loro visite. E il programma di visita può spesso cambiare senza preavviso.

norme e regolamenti

Le norme e i regolamenti per i genitori affidatari variano da Stato a Stato. Ma le regole possono essere piuttosto restrittive per alcune famiglie affidatarie, e ci vuole un po’ di tempo per abituarsi.

Ad esempio, i medicinali e l’alcool possono dover essere conservati in armadietti chiusi a chiave. Ai bambini in affidamento non può essere consentito di andare in barca o di partecipare a visite notturne a casa di altre persone.

I bambini in affidamento possono anche non essere autorizzati a lasciare lo Stato. E potrebbe non essere permesso loro di stare con un amico o un membro della famiglia, anche per un breve periodo di tempo. Può essere necessario collocarli solo in un centro diurno autorizzato – il che può rendere impossibile una vacanza al di fuori dello Stato, in quanto i genitori affidatari possono non avere un’assistenza all’infanzia.

A volte i bambini in affidamento possono andare a casa di altre persone senza che il tutore statale faccia un controllo. Prima di partecipare a una festa di compleanno o a un gioco, il tutore può avere bisogno dei nomi e degli indirizzi dei genitori dell’altro bambino.

Questo può rendere impossibili le date di gioco spontanee. Può essere imbarazzante anche per i bambini più grandi nelle famiglie affidatarie – per non parlare della confusione per le altre famiglie che non capiscono il sistema di affidamento.

Ottenere il permesso dal genitore o dal tutore legale

I genitori adottivi non sono tutori legali. Ciò significa che di solito non possono firmare documenti legali.

I genitori affidatari potrebbero aver bisogno di contattare il tutore nominato dal governo per firmare i moduli per il medico o anche per ottenere il permesso per il bambino di andare in gita.

A volte può essere difficile raggiungere il tutore, soprattutto la sera e nei fine settimana. Di conseguenza, i compiti semplici possono a volte sembrare complicati.

Date frequenti

Molti bambini in famiglie affidatarie hanno esigenze particolari che richiedono appuntamenti frequenti. La logopedia, la terapia occupazionale, la gestione dei farmaci e la psicoterapia sono solo alcuni dei tipi di trattamento di cui i bambini possono avere bisogno.

Altri sono stati trascurati per molti anni e potrebbero aver bisogno di vedere spesso un dentista o un medico.

Le famiglie affidatarie possono avere bisogno di orari flessibili che consentano loro di essere presenti a tutti gli appuntamenti. Questo può essere difficile per i genitori affidatari che lavorano a tempo pieno.

I genitori affidatari possono anche essere responsabili del trasporto dei bambini da e per tutti i loro appuntamenti.

Sfide emotive e comportamentali

Non solo i bambini in affidamento sono stati allontanati dai loro affidatari primari, ma probabilmente hanno anche subito abusi o negligenze che hanno portato al loro allontanamento. Di conseguenza, molti bambini in affidamento hanno problemi emotivi e comportamentali.

I bambini in affidamento possono avere bisogno di speciali strategie disciplinari o di interventi terapeutici per aiutarli a gestire le loro emozioni e il loro comportamento.

Le strategie che funzionano per gli altri bambini potrebbero non funzionare bene per loro. Alcuni genitori affidatari ricevono una formazione speciale per affrontare problemi specifici come il comportamento aggressivo, l’ADHD o i disturbi reattivi dell’attaccamento.

6 modi per aiutare i bambini nelle famiglie affidatarie

Storia sconosciuta

Mentre le autorità preposte alla protezione dei minori cercheranno di raccogliere quante più informazioni possibili sulla storia di un bambino, spesso ci sono grandi lacune informative.

I genitori in età fertile possono essere imprigionati, abusare di sostanze o non essere disposti a fornire informazioni. Oppure un bambino può aver sperimentato molti cambiamenti in chi si prende cura di lui, il che significa che non un solo adulto è consapevole di quello che ha passato un bambino.

Una grande incognita è spesso la gravidanza della madre biologica. Spesso non è sicuro se un bambino sia stato esposto a droghe o alcol nel grembo materno.

Può mancare anche la storia dello sviluppo. I genitori affidatari potrebbero non sapere se un bambino ha camminato, parlato e raggiunto altre pietre miliari dello sviluppo nel modo giusto.

Anche la storia genetica può essere sconosciuta. Potrebbe non essere chiaro se la famiglia di un bambino ha una storia di problemi di salute fisica o mentale.

Anche la storia traumatica di un bambino può essere incerta. Gli adulti possono non essere a conoscenza dei precedenti del bambino di trascuratezza, abuso sessuale, abuso fisico o violenza domestica.

Le lacune informative probabilmente significano che ci saranno domande sulla storia dell’attaccamento di un bambino. I bambini che non hanno alcun attaccamento a chi si prende cura di loro possono sviluppare disturbi dell’attaccamento, come l’attaccamento reattivo.

Alcuni problemi di salute mentale, ritardi nello sviluppo o problemi di salute fisica possono verificarsi solo dopo che il bambino ha vissuto a lungo in una famiglia affidataria.

dire addio

Che un bambino torni nella famiglia dove è nato o è stato adottato, dire addio a un bambino in affido può essere abbastanza difficile per tutti.

A volte i genitori affidatari non sono in grado di mantenere un contatto costante con un bambino che è stato affidato a loro. E spesso non sanno cosa succede a un bambino dopo che ha lasciato casa.

Questo può causare molta sofferenza a tutta la famiglia. Gli altri fratelli potrebbero non capire la situazione e potrebbero avere difficoltà ad affrontare il dolore associato alla perdita.

Le famiglie affidatarie che danno in affidamento diversi bambini possono subire frequenti disturbi nella vita familiare. I bambini delle famiglie affidatarie possono andare e venire in continuazione, e a volte i bambini che si sono trasferiti in precedenza tornano a casa se il loro nuovo alloggio non funziona.

Questo può avere un impatto emotivo su ogni individuo. Il burnout può essere un grosso problema per le famiglie affidatarie. Ed è importante che ognuno si occupi delle proprie emozioni per prendersi cura della propria salute mentale.

Una parola da kianao

Non c’è dubbio che le famiglie affidatarie devono affrontare molte sfide che le altre famiglie non affrontano. Crescere i bambini nelle famiglie affidatarie richiede un approccio leggermente diverso alla genitorialità e la volontà di lavorare con un team per crescere un bambino.

Ma nonostante queste ulteriori sfide, può essere abbastanza gratificante dare una casa a un bambino in transizione. Molti genitori affidatari hanno un buon senso della loro capacità di fornire una casa stabile e amorevole a un bambino che non può vivere con i suoi genitori biologici.

9 cose da considerare prima di diventare genitore affidatario

Do you like Kianao's articles? Follow on social!